Finalmente il metodo per dare il meglio nel tuo lavoro, eliminare per sempre lo stress e avere tutta la soddisfazione che meriti.

Lavoro: essere nella media non basta più

chicken-1-1443919LA MEDIA NON CONTA PIU’, PAROLA DI TYLER COWEN

Io mangio un pollo, tu non mangi neanche un pollo, quindi alla fine ognuno di noi due ha mangiato mezzo pollo.
Ci hanno sempre fatto questo esempio un po’ grossolano per spiegarci come funziona la statistica e che cos’è una media.

In effetti, l’idea che bastasse così poco per garantire il cibo a tutti  non ha mai convinto nessuno.

Ma oggi più che mai, nel mondo delle professioni e nella distribuzione della ricchezza, questo ragionamento vale sempre meno, anche in termini puramente statistici.
Perché?

(altro…)

5 consigli per il tuo lavoro nel 2016

mano 2016Ciao e buon anno! Sei anche tu fra i tanti che stanno per tornare al lavoro? Lo so, le vacanze durano sempre troppo poco.

Ma rispetto a molti altri tu hai un vantaggio notevole: sei un lettore di Lavora Meglio :)

Scherzi a parte, voglio inaugurare questo anno professionale con pochi ma sempre validi consigli che nello scorrere delle settimane e dei mesi lavorativi si tendono sempre a dimenticare. (altro…)

Sfruttare le vacanze per lavorare meglio (dopo)

Lo so, stanno per cominciare le vacanze di Natale e non hai voglia di sentire nulla che abbia a che fare con il fatto di lavorare.

a natale nuova forma al lavoroTi capisco, ma capisco anche che uno dei dei tuoi propositi per l’anno nuovo è quello di avere più soddisfazioni, più soldi e più gratificazioni dalla tua professione. Se mi sto sbagliando e tu non rientri fra quel gruppo di esseri umani che nutre questa speranza, allora smetti pure di leggere e torna a infilare i maglioni di lana in valigia.

Se invece sei fra quelli che credono nella possibilità che gennaio possa riservare piacevoli cambiamenti sul fronte professionale, allora sei pronto a guardare la pausa natalizia non solo con occhio vacanziero ma anche come occasione per migliorarti e per migliorare il tuo approccio al lavoro.

Cosa puoi fare per il tuo lavoro quando sei in vacanza?

Diverse cose, vediamone un po’.

(altro…)

Programma di lavoro per un lavoro migliore

Programma di lavoroPerché dovresti avere un programma di lavoro per… migliorare il lavoro? Perché vivere meglio la tua professione è una delle mosse più intelligenti che puoi fare per migliorare la tua vita.

Se invece ti rassegni a vivere il tuo lavoro come un obbligo, una necessità ineludibile, è come se buttassi via gran parte della tua vita, perché il lavoro occupa troppo tempo della tua esistenza per non prendertene cura.

Essere felici nella vita è già difficile di suo, se poi la maggior parte della vita la trascorri aspettando il weekend (e poi sprecando il weekend in ansia per l’avvicinarsi del lunedì), la tua vita è finita ancora prima di cominciare.

Cosa pui fare allora? Le soluzioni sono tre: 1) trovi il modo di vivere senza lavorare (poi però fallo sapere anche a me!); 3) cambi lavoro, ma non è detto che lo trovi e che con quello nuovo vada meglio; 4) cambi atteggiamento nei confronti del lavoro che fai.

Ecco alcuni suggerimenti su come rendere migliore il tuo lavoro, qualunque esso sia:

(altro…)

10 regole per lavorare meglio

Lavorare meglioCiao!
Ti è mai sorta la domanda: il mio lavoro potrebbe essere migliore?
Non intendo necessariamente che ti faccia guadagnare di più, ma soprattutto che possa darti più soddisfazioni, consentirti una maggiore realizzazione personale e professionale, ma anche lasciarti più tempo libero.

Ognuno ha il suo metodo per rendere il lavoro più efficiente, e magari anche più semplice. In poche parole, per lavorare meglio.

(altro…)

Lavoro: non smettere mai di guardarti attorno

binocolo (Copy)Se c’è una cosa che abbiamo capito, in questi tempi così turbolenti dal punto di vista lavorativo ed economico, è che nessuno è più al sicuro.

Non importa che contratto hai, quanti anni hai, quanta esperienza hai. La realtà è che per quanto bravo tu sia nel tuo lavoro, potresti ritrovarti a casa da un momento all’altro. Pensi che le immagini che giungevano qualche anno fa dall’America, di migliaia di persone che facevano la fila per un colloquio, fossero tutti dei debosciati? No, erano professionisti che fino al giorno prima stavano benone, gente brava, spesso con esperienza. Ma gente che dall’oggi al domani è rimasta a casa.

Succede per un sacco di motivi: ristrutturazioni aziendali, acquisizioni, scherzi dei mercati… Una oscillazione finanziaria dall’altra parte del mondo può mettere al tappeto l’azienda più florida. Se sei freelance, un piccolo errore nell’organizzarti lavori e scadenze e ti ritrovi senza clienti.

(altro…)

Errori sul lavoro, cosa c’entrano i Pink Floyd?

1095398_24641622Chi lavora sbaglia, chi non fa niente no.

Me lo dissero da ragazzino, durante i primi lavoretti estivi, e l’ho sempre considerato un concetto di grande valore.

Ovviamente è opportuno cercare di commettere meno errori possibile, ma quando succede l’unica cosa da fare è pensare che l’errore fa parte del percorso.

Tutti sbagliano, o almeno tutti quelli che nella loro vita provano a fare qualcosa. “Più sbagli, più impari“, e piano piano nel tempo l’equazione si capovolge e diventa “più impari, meno sbagli“.

Ma perché ho tirato in ballo in Pink Floyd?

(altro…)

Non perdere il sonno per il lavoro

bambino_dorme

Se vuoi lavorare alla grande, devi dormire come da piccolo.

Ormai gli studi parlano chiaro: basta una sola notte senza sonno per procurare danni irreversibili al cervello.

Può succedere a tutti di portarsi a letto delle preoccupazioni lavorative. Una notte disturbata dall’ansia per una riunione o una consegna importanti non è una cosa strana.

Ma attento perché è davvero un attimo che la situazione ti sfugga di mano. Basta inanellare due o tre notti senza sonno e rischi di finire dentro una spirale negativa dalla quale può essere molto difficile uscire.

Guarda, più che fare tanta teoria, ti racconto quello che è successo a me qualche anno fa, a proposito di perdere il sonno.

(altro…)

Nei tuoi lavori devi essere come un raggio laser

laserSai perché il laser è così potente?
E perché con una semplice lente di ingrandimento sotto il sole riesci a bruciare le foglie? (In realtà so che anche tu da piccolo ci bruciavi le formiche, ma non si fa…).

Semplice: perché in entrambi i casi c’è una grande concentrazione di energia in un punto limitato.

Quando invece ti sembra di non riuscire a concludere nulla, di non arrivare mai al punto, di non raggiungere mai il risultato che sognavi, con buona probabilità è perché stai disperdendo energia.

(altro…)

Assicurati un futuro, alterna lavoro e formazione professionale

studioE’ risaputo che in molti luoghi di lavoro l’aspetto della formazione è spesso trascurato. In fondo – questo il pensiero di molti “capitani d’azienda” – vendi ciò che produci, e ogni secondo rubato alla produzione è tempo perso.

Il guaio è che molte volte questo pensiero distorto contagia anche i freelance. Ora, se c’è un vantaggio ad essere freelance non è certo quello di guadagnare molto, neanche quello di lavorare meno, anzi. Se un vantaggio c’è, è quello di potersi – in qualche misura – gestire il tempo; quindi anche decidere in piena autonomia di dedicare parte della propria giornata alla formazione professionale, allo studio, all’aggiornamento.

Eppure anche tra chi potrebbe decidere liberamente di farlo, l’aggiornamento passa troppo spesso in secondo piano. (altro…)